Umbria

Umbria ricorda mons. Ivo Baldi morto di Covid in Perù

Messa a Città di Castello con il cardinale Bassetti

(ANSA) - CITTÀ DI CASTELLO (PERUGIA), 14 GIU - L'Umbria, che ha dato i natali a mons. Ivo Baldi, vescovo di Huari in Perù deceduto nei giorni scorsi a seguito del Covid-19, lo ha ricordato con una messa nella cattedrale di Città di Castello, presieduta dal cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei.
    Il vescovo diocesano mons. Domenico Cancian, all'inizio della celebrazione, ha tratteggiato alcuni aspetti significativi della vita e personalità del religioso scomparso, come anche alcune caratteristiche della sua "esemplare attività pastorale" in terra di missione.
    Il cardinale Bassetti, nell'omelia, commentando il passo evangelico "Andate e fate discepoli tutti i popoli", ha ricordato quanto mons. Baldi abbia "preso alla lettera" questo invito di Gesù, dimostrandosi di essere "un vero credente e un figlio di questa terra umbra, come san Francesco d'Assisi". "Il Poverello, infatti - ha commentato il porporato -, dopo aver ascoltato alla Porziuncola il discorso missionario, tratto da questo invito, capì che doveva annunciare il Vangelo, e lo fece soprattutto con la vita, e poi con le parole che sapeva rivolgere a ogni categoria di persone".
    Bassetti si è soffermato sulle parole del vescovo Baldi riguardo al tempo della pandemia in Perù, dalle quali si coglie - ha detto il cardinale, secondo quanto riferisce l'Archidiocesi - "il suo atteggiamento davanti al pericolo del virus che causava così tanti morti". Parole che esprimono - ha aggiunto - "la piena coscienza di ciò che questo pastore si sentiva chiamato a fare, anche a rischio della vita: 'Non possiamo vivere senza andare a lavorare - scriveva mons. Baldi - e spesso penso e vedo come sia realmente possibile poterne morire'".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie