San Gemini

Umbria

Arroccato sulle pendici del Monte Torre Maggiore, in provincia di Terni, si trova la cittadina di San Gemini, inserita nel circuito dei “Borghi più belli d’Italia”.

L’ingresso al centro storico del borgo è scandito da tre porte di accesso: Porta San Giovanni, Porta Burgi e Porta Romana; quest’ultima è la principale e si tratta di un arco  del XVIII secolo, fatto erigere da Scipione Publicola di Santacroce nel 1723.

La piazza principale è quella intitolata a San Francesco d'Assisi, collega la parte più moderna al nucleo più antico; al centro si trova la Fontana Gemine Astolfi ed è proprio qui che si affacciano la maggior parte degli edifici più importanti, come Palazzo Canova, il Palazzo Comunale e il maestoso Palazzo Vecchio o Palazzo del Capitano del Popolo, realizzato tra il XII e il XIII secolo. La vicina Torre Esperia, con campanile a vela, orologio e campana, risale al 1300; la sua facciata è esaltata da un grande arco a tutto sesto con una scalinata in pietra e il primo piano è decorato con il ciclo pittorico dei Lavori agresti.

Sempre in questa Piazza si affaccia anche la Chiesa di San Francesco, un magnifico edificio del 1200 in stile gotico, al cui interno sono custoditi affreschi quattrocenteschi di scuola umbra.

L’edificio religioso più importante è però il Duomo di Santo Gemine, edificato nel IX secolo e ricostruito nel 1800; all’interno del quale sono custoditi un crocifisso ligneo del XV secolo, quattro tele seicentesche e l’urna con le reliquie del Santo.

Da vedere è anche il Museo della Terra - Geolab, voluto da Piero Angela: si tratta di uno spazio espositivo dedicato alle scienze della terra.

Ma San Gemini è famosa in tutto il mondo soprattutto per le sue acque minerali, imperdibile è quindi il Parco della Fonte di San Gemini e il Parco Termale, nato dalla presenza di acque curative.

I suggeriti di ANSA ViaggiArt


Modifica consenso Cookie